AttualitàBacoliComuni FlegreiPrimo Piano

Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei restaura un mosaico delle Terme del Lacus

Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei sta lavorando alla restaurazione di un mosaico all’interno delle Terme del Lacus. Il mosaico, invaso dalla posidonia, ovvero una pianta acquatica endemica, è in una fase di recupero per farlo tornare alla sua bellezza o almeno, una parte.

“Siamo di fronte ad un caso quasi disperato, ma la bellezza di questo lacerto di mosaico, con le sue geometrie e i suoi colori, ci costringono ad un disperato tentativo di salvataggio. Siamo nelle Terme del Lacus, vicinissimi ai ben noti e conservati mosaici con Ottagoni e con Esagoni: la stanza a loro successiva è stata più sfortunata, invasa dalla posidonia. Ora è sparita, ma le sue radici sono penetrate nel mosaico, causando la disgregazione della malta fra le tessere – scrive in una nota il Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

Questa è una delle tante storie di un ambiente che cambia quotidianamente, di un parco archeologico che vive nell’acqua: qui la posidonia, fino ad almeno un decennio fa copriva molte aree, poi è quasi del tutto scomparsa, a testimonianza di un cambiamento climatico a tutti evidente. Ciò che rimane da fare è documentare tutto ciò e avviare un delicatissimo tentativo di restauro che permetta la conservazione della piccola porzione di mosaico ancora visibile. Vi mostriamo qualche foto di servizio e i rilievi che stiamo eseguendo in questi giorni, sperando di poter presto presentare questo lavoro anche ad un pubblico subacqueo”.

  • parco archeologico restaura mosaico
  • parco archeologico restaura mosaico
ADV ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.