AttualitàBacoliComuni FlegreiIn EvidenzaMonte di ProcidaPozzuoliQuarto

Campi Flegrei, partono i corsi di formazione sul rischio bradisismico 

Al via oggi, giovedì 28 marzo 2024, i corsi di formazione sul rischio bradisismico nei Campi Flegrei per i dirigenti, i funzionari e i dipendenti pubblici addetti al Servizio Nazionale di Protezione Civile e degli istituti scolastici. I corsi si terranno all’Auditorium della Regione Campania all’Isola C3 del Centro Direzionale di Napoli.

L’attività che vede impegnati docenti del Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Ingv, della Protezione Civile della Regione Campania e dei Comuni interessati, rientra nel Piano della Comunicazione approvato con delibera di Giunta Regionale 679 del 23 novembre scorso a seguito del DL.140 del 12 ottobre 2023.

I corsi saranno articolati su approfondimenti dei vari aspetti tecnici riguardo la caldera. Otto gli argomenti trattati: il Servizio Nazionale della Protezione Civile e il sistema regionale; gli aspetti scientifici legati alla fenomenologia vulcanica; il Piano Nazionale Campi Flegrei per il rischio vulcanico;

Le fasi operative per la pianificazione del rischio vulcanico; la pianificazione comunale per il rischio vulcanico; il DL 140; il Piano della Comunicazione e comportamenti corretti; il Piano Speditivo di emergenza per il rischio bradisismo.

L’attività formativa per funzionari punta ad una formazione specialistica per favorire la diffusione della conoscenza delle misure connesse alle pianificazioni di Protezione Civile. Il percorso si sviluppa in parallelo a quello per i volontari partito il 23 marzo scorso e che vede fissata già la seconda edizione per il 6 aprile prossimo sempre all’Auditorium del Centro Direzionale.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

Articoli Recenti

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.