Area MetropolitanaCronacaPrimo Piano

Tentato suicidio in un hotel a Varcaturo: l’albergatore e i familiari aggrediscono i sanitari del 118

Questa mattina a Varcaturo il 118 si reca in un hotel in via Domiziana per un codice rosso. Il motivo per cui i sanitari sono dovuti intervenire nella struttura alberghiera è stato per un tentativo di suicidio.

Una volta sul posto, però, i sanitari mentre prestavano servizio sono stati aggrediti dai titolari dell’hotel in quanto l’automedica e l’ambulanza davanti l’entrata della struttura faceva cattiva pubblicità. Insomma per l’albergatore, che si è scagliato contro l’autista soccorritore i due veicoli rovinavano l’immagine.

L’albergatore ha preso a pugni l’autista mentre il medico raccoglieva i dati anamnestici e in un secondo momento la moglie e la figlia hanno aggredito verbalmente l’infermiera. Non finisce qui. Quando i sanitari si sono ritirati su indicazione della centrale operativa perchè la scena era considerata “non sicura”, l’albergatore con la moglie e la figlia hanno preso a calci i mezzi di soccorso.

A rendere noto l’accaduto è l’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”: “Cara Regione Campania e caro Signor Prefetto di Napoli, oggi nel giorno del tavolo tecnico sulle aggressioni al personale sanitario, chiediamo le famigerate “Dashcam” sui mezzi di soccorso che devono necessariamente essere installate su tutti i mezzi della Regione e non solo su quelli della ASL Napoli 1 centro, nonché si deve mettere in atto il piano “Bodycam” (telecamere sulle divise) allo scopo di identificare gli aggressori anche lontani dal mezzo di soccorso”, questo l’appello dell’associazione. 

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati.

Articoli Recenti

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.