AttualitàBacoliComuni FlegreiMonte di ProcidaPozzuoliPrimo PianoQuarto

Bradisismo, nuovo studio dell’Ingv: è finita la fase critica?

Dopo mesi di forte sismicità nei Campi Flegrei i bollettini di monitoraggio dell’Osservatorio Vesuviano sull’attività bradisismica confermano una stasi del sollevamento del suolo. L’ultima scossa intensa nei Campi Flegrei, infatti, risale al 16 ottobre 2023 di magnitudo 3.6. Ma cosa sta accadendo? 

A ipotizzare una risposta è stato un team di ricercatori dell’Osservatorio vesuviano, dell’Ingv e dello University college of London che ha paragonato la situazione attuale nei Campi Flegrei con quella che portò alla fine del periodo più critico del bradisismo degli anni ’80.

Lo studio pubblicato dalla rivista Earth and planetary science Letters e analizza il comportamento di due livelli nella crosta terrestre della caldera flegrea.

Stefano Carlino, ricercatore Ingv dell’Osservatorio Vesuviano, ha spiegato che dei due strati uno si frattura ciclicamente, permettendo ai gas di fuoriuscire. In questo modo i fluidi salgono in superficie come avvenuto nell’84, causando una depressurizzazione e minore sismicità.

A intervenire anche Alessandro Pino, un altro ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano che paragona la stasi attuale con quella avvenuta dopo il primo aprile nell’84 che ha portato alla discesa del suolo, come sta accadendo ora nei Campi Flegrei. Secondo gli esperti la fase attuale in cui ci troviamo è analoga a quella degli anni Ottanta.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

ADV ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.