AttualitàComuni FlegreiPozzuoliPrimo Piano

Monterusciello avrà una nuova isola ecologica in via Severini – LE FOTO

Nel prossimo anno avremo una nuova isola ecologica al servizio degli abitanti di Monterusciello in sostituzione dell’attuale presidio di via Umberto Saba che si trova in un luogo attorniato da abitazioni. In giunta abbiamo approvato il progetto definitivo dell’opera che sarà realizzata quasi alla confluenza di via Gino Severini con via Monterusciello. Sarà un’area ampia e attrezzata e che ci permetterà di migliorare ancora di più il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti. Un nuovo efficace passo in avanti in un settore che gode della massima attenzione fin dal giorno del nostro insediamento alla guida della città“. Lo ha detto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia rendendo noto l’atto amministrativo varato dall’esecutivo di governo, che individua le caratteristiche tecniche dell’intervento che sarà realizzato a Monterusciello su suolo comunale.

L’area per il conferimento dei rifiuti differenziati sarà della stessa tipologia di quella di via Lucilio al Rione Toiano, con cassoni scarrabili riservati alle varie frazioni di rifiuti, una piattaforma sopraelevata con due rampe di accesso e uscita per facilitare agli utenti la conferenza dei rifiuti, 2 piazzole destinate agli ingombranti e 2 press-container per ridurre il volume di alcune tipologie di rifiuti.

Ci saranno inoltre una pensilina RAEE per la raccolta di apparecchiature elettriche ed elettroniche, pile, farmaci, oli e vernici, e un’area parcheggio per gli utenti in corrispondenza della quale saranno collocati i contenitori per abiti e tessuti usati. L’isola, che sarà ecologica nel vero senso del termine con circa la metà della superficie (in totale 4.500 metri quadrati) lasciata a verde, non potrà accogliere rifiuti considerati pericolosi (RUP). 

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.