AttualitàComuni FlegreiPozzuoliPrimo Piano

Bradisismo, approvato il Decreto Legge Campi Flegrei: stanziati 52 milioni di euro

E’ stato reso noto il Decreto Legge per fronteggiare gli effetti del bradisismo in atto nei Campi Flegrei e in alcuni Comuni del napoletano. Per la realizzazione sono stati stanziati 52 milioni di euro. Il decreto è stato emanato anche per la necessità di approvare un piano straordinario di analisi della vulnerabilità delle zone edificate.

I provvedimenti da attuare riguardano: il piano straordinario di analisi della vulnerabilità delle zone edificate direttamente interessate dal fenomeno del bradisismo in cui bisogna rientrare nel limite massimo di 1,5 milioni di euro; il piano di comunicazione alla popolazione che andrebbe approvato in quarantacinque giorni con un finanziamento di massimo un milione di euro; una pianificazione speditiva di emergenza per l’area del bradisismo in cui la Protezione Civile elabora con la Regione Campania e la Prefettura di Napoli uno specifico piano per il territorio basato sulla conoscenza dei centri di competenza e oer tale operazione si rientra nel limite massimo di 750.000 euro.

Inoltre i provvedimenti riguarderanno misure urgenti per la verifica della funzionalità delle infrastrutture di trasporto e degli altri servizi essenziali entro un limite di 200.000 euro e le misure urgenti per il potenziamento della risposta operativa territoriale di protezione civile, quest’ultimo per l’importo di 50.000 euro.

“Il provvedimento – spiega il Ministro Nello Musumeci – ruota intorno a cinque iniziative: un piano per le analisi della vulnerabilità edilizia pubblica e privata, un piano di comunicazione appropriata in quanto una buona conoscenza del fenomeno da parte della popolazione possa aiutare ad evitare condizioni di disagio stress e ansia; una pianificazione speditiva dell’area interessata in cui stiamo verificando quale è la funzionalità delle strutture strategiche nel caso dovesse rendersi necessaria l’attuazione del piano speditivo o di esodo. E poi il potenziamento di strutture della Protezione Civile che lavorano presso i Comuni di quell’area”.

(Credit photo: Enzo Buono)

ADV ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.