AttualitàBacoliComuni FlegreiPrimo Piano

Caso di Coronavirus a Bacoli. Il sindaco: “Uscite solo in caso di emergenza”

L’Asl mi ha comunicato che un cittadino di Bacoli è risultato positivo al Coronavirus. È il primo caso per il nostro comune. Sono state attivate le procedure per ricostruire la rete dei contatti avuti dalla persona che è ricoverato, in condizioni stabili, all’ospedale Cotugno di Napoli. Ho sentito i parenti. Stanno bene. Gli ho rappresentato la vicinanza delle istituzioni e di tutta la comunità. Non li lasceremo soli. Saranno adottate fin da subito dall’Asl Napoli 2 Nord, per tutti coloro che hanno avuto contatti con il nostro concittadino, tutte le misure necessarie: la quarantena, l’isolamento domiciliare con la sorveglianza sanitaria. Vi aggiornerò costantemente sull’evoluzione clinica. Con trasparenza e chiarezza. Senza mai nascondervi nulla. Voglio che sia chiaro ad ognuno di voi che viviamo una problematica seria, grave. Non c’è da scherzare, da polemizzare. Parliamo di un’emergenza sanitaria nazionale. Una pandemia. Per la quale è necessario adottare misure dure, drastiche, per evitare ogni forma di diffusione del contagio. Cosa che ho fatto in queste ultime settimane. E che continuerò a fare, con ancora maggiore determinazione. Utilizzando il pugno duro e sanzioni severe contro gli irresponsabili. Per difendere, con ogni forza, la salute della popolazione. Lo ripeterò fino alla nausea. Dovete restare assolutamente a casa. Ed uscire solo in caso di urgenza. Vinceremo questa battaglia. Ve lo prometto. Non molleremo di un centimetro. Ma abbiamo bisogno del vostro senso di responsabilità. Dovete fare questo sacrificio. Per voi, per i vostri cari, per la nostra terra. Siamo una squadra. Andrà tutto bene. Sono al vostro fianco”. A comunicarlo è il sindaco di Bacoli Josi Della Ragione.

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.