AttualitàComuni FlegreiPozzuoliPrimo Piano

Sciame sismico a Pozzuoli: la terra trema ancora

Dalla mattinata di ieri e fino alle prime ore dell’alba di oggi, i sismografi dell’Osservatorio Vesuviano hanno registrato uno sciame sismico caratterizzato da 32 scosse, con epicentro compreso tra la zona dell’Accademia Aeronautica e la Solfatara.

La scossa più intensa, registrata alle 22:54 con una magnitudo di 2.7 gradi della scala Ritcher, è stata avvertita indistintamente dalla popolazione e preceduta da un boato. Nel corso della notte, poi la terra ha continuato a tremare. Alle 04:13 con una magnitudo di 2.3 gradi, per passare poi alle 04:20, quando i sismografi hanno registrato una magnitudo di 1.7 gradi della scala Ritcher.

Non è la prima volta che negli ultimi tempi, a Pozzuoli si registra uno sciame sismico. Furono, infatti, ben 35 le scosse registrate il 26 aprile scorso tra la Solfatara e Agnano Pisciarelli.

L’amministrazione è in contatto con l’Osservatorio Vesuviano ed eventuali aggiornamenti verranno prontamente comunicati – ha detto il sindaco Vincenzo Figliolia -. Ricordo inoltre alla cittadinanza il divieto di avvicinarsi all’area di emissione di fluidi di Pisciarelli per il pericolo di emissioni di fango ad alta temperatura. Maggiori informazioni sui fenomeni in atto e sull’evoluzione del bradisismo di sollevamento che sta interessando da diversi decenni il territorio comunale, possono essere trovate sul sito dell’Osservatorio Vesuviano – INGV (http://www.ov.ingv.it/ov/). Come ormai tutti sanno dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde a giallo. L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attività di pianificazione e prevenzione. In considerazione di tutto ciò – ha aggiunto il primo cittadino – l’Amministrazione Comunale insieme alla Protezione Civile del Comune di Pozzuoli è impegnata a garantire alla popolazione un costante aggiornamento sull’evoluzione dei fenomeni con il fine di prevenire ed eventualmente fronteggiare, qualsiasi situazione critica“.

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.