AttualitàComuni FlegreiPozzuoli

POZZUOLI| “Sculture per il Rione Terra”, un evento che omaggia l’antica roccaforte

E’ un vero e proprio evento internazionale la mostra ‘Sculture per il Rione Terra’, che sarà inaugurata presso la storica Acropoli puteolana venerdì 15 dicembre alle ore 14,30, promossa da AR Project con Art Garage, con il patrocinio di Regione Campania, Comune di Pozzuoli, Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei, ed il sostegno di PLC City.

La rassegna, infatti, con la curatela artistica di Franco Riccardo, per la prima volta vede opere plastiche ‘abitare’ il Rione Terra, affiancando significativi maestri quali Renato Barisani, Gerardo Di Fiore e Eloi Lokussou, il principale scultore del Benin, che ritorna in Italia dopo la sua partecipazione alla Biennale di Venezia del 2001.

Un vero e proprio omaggio artistico al Rione Terra, con le opere di grande formato che saranno collocate lungo i principali percorsi di visita allo storico borgo puteolano e sistemate all’interno di Palazzo Mirabella, sede dell’Hub Culturale dell’Ente Parco dei Campi Flegrei. In questa sede Michele Ciardiello, Lucia Gangheri e Carmine Rezzuti ‘traslocheranno’ le loro opere realizzate come nucleo fondante della mostra permanente al Parco Monumentale di Baia.

Un’altra significativa artista, Laura Niola, proporrà per l’occasione l’inedita ‘I mangiatori di terra’, significativa opera che richiama il senso dei materiali naturali di quest’area. Dall’ambito flegreo viene anche Francesca Rusciano, che proporrà un suo lavoro scolpito nel tufo, altro materiale che fortemente simboleggia i Campi Flegrei. Nel terrazzo-giardino prospicente il mare, aperto sul Golfo di Pozzuoli, trova spazio l’istallazione artistica di Enzo Palumbo, una imponete scultura alta tre metri.

La rassegna renderà omaggio a Vincenzo Aulitto, recentemente scomparso, scultore tra i più rappresentativi dell’arte plastica flegrea, proponendo tre steli dipinti con colori naturali e terra rossa dei Campi Flegrei.

Sculture per il Rione Terra è la terza edizione di Nat’ARTE – spiega Franco Riccardo – quindi nel segno della continuità di un discorso che lega l’arte con la natura e la storia dei Campi Flegrei. Il valore di questa mostra-evento sta nel forte rapporto tra il materiale naturale flegreo, quale tufo, terra vulcanica e acqua, con l’espressione creativa contemporanea”.

L’evento si avvale del sostegno di PLC City, azienda con radici flegree e di caratura internazionale, fortemente impegnata nella valorizzazione delle risorse culturali e umane del territorio flegreo.

Articoli Recenti

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.