AttualitàBacoliComuni FlegreiIn Evidenza

L’Università Federico II sbarca a Bacoli: inaugurata la sede di Villa Ferretti – LE FOTO

È stata inaugurata ieri a Bacoli la sede di Villa Ferretti dell’Università Federico II di Napoli. L’immobile sito alle pendici del Castello di Baia, confiscato alla camorra, sarà sede di tutte le attività che riguarderanno l’archeologia del mare. L’attività sarà declinata in molteplici forme: dai corsi ai workshop ai seminari alle manifestazioni culturali. 

Inaugurata! Sì, ci siamo emozionati tutti. Bacoli ha l’Università. Ed è stata una tra le giornate più importanti nella storia del nostro paese. Un sogno che si avvera – evidenzia un entusiasta Josi Della Ragione. Abbiamo tagliato il nastro della prima sede universitaria della città, dei Campi Flegrei. In un’atmosfera magica, emozionante. Ed in un bene confiscato alla camorra. Dopo 25 anni, aperto per la prima volta al popolo. Per farne un polo di ricerca, formazione, cultura. Qui dobbiamo abbiamo investito, è ancora investiremo, milioni di euro per il recupero di uno spazio affascinante. Affacciato sul mare, con alle spalle un parco pubblico, accanto alla spiaggia libera e davanti al Castello Aragonese. Con sguardo sul golfo. E sul Parco Archeologico Sommerso di Baia. Un obiettivo enorme, raggiunto grazie alla passione ed alla tenacia di tanti. Abbiamo tagliato il nastro. Insieme al sindaco di Napoli e della Città Metropolitana, Gaetano Manfredi. Iniziamo ad avviare questa impresa, quando era ministro. Un sogno che ha condiviso, fin da subito. Insieme al rettore, Matteo Lorito. Lo ringrazio di cuore per aver investito in questa speranza, in questa istanza di riscatto. Attraverso lui, abbraccio tutta la squadra del mondo accademico. Donne e uomini innamorati del loro lavoro, innamorati di Villa Ferretti – sottolinea il primo cittadino di Bacoli.

Un nuovo inizio per Bacoli. Vissuto insieme a tante istituzioni civili, militari e religiose, presenti ad una mattinata storica per il paese. Dal mondo delle forze dell’ordine a quello della magistratura, dal mondo della scuola a quello universitario, dalle istituzioni locali a quelle provinciali e regionali. Li ringrazio tutti. È stata una gioia stringere le vostre mani, abbracciarvi. Un traguardo raggiunto, un punto di partenza. Assaporato insieme alla squadra con cui ho l’onore di governare il territorio. Consiglieri comunali, assessori, dirigenti, dipendenti. Ed il popolo, i cittadini, gli studenti. Ho visto tanti sguardi emozionati. Bellissimi. E ciò conferisce la dimensione della passione che anima il lavoro di ognuno. Perché Università significa sviluppo culturale. Perché Università significa rilancio economico – continua il sindaco. Perché Università, in una Villa sottratta ai clan, significa legalità, giustizia sociale. Oggi mi sono commosso. Perché, insieme a tante istituzioni, insieme alla comunità, ho vissuto uno dei momenti più belli, più intensi, da quando ho l’onore di essere il sindaco di questa terra tanto straordinaria. Stiamo facendo qualcosa di straordinario. Tanti ancora dobbiamo realizzare. Tantissimo. Uniti, sarà un viaggio ancora più entusiasmante. Un passo alla volta”.

LE FOTO

ADV ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.