Area MetropolitanaCronaca

Chiedono il “pizzo” ad un distributore di carburanti ma lui li denuncia: in manette due persone

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP Tribunale di Napoli, su richiesta della D.D.A., nei confronti di due persone – una sottoposta alla custodia in carcere, l’altra agli arresti domiciliari -gravemente indiziate del reato di tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose.

In particolare gli indagati, il 30 settembre scorso, avrebbero formulato una richiesta di denaro nei confronti del titolare di un distributore di carburanti di Villaricca per consentirgli di proseguire la propria attività, evocando l’appartenenza a sodalizi di tipo camorristico.

Il reato non si è consumato perché la vittima sporgeva denuncia ai Carabinieri. Il provvedimento eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e, quindi, presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.