Area MetropolitanaCronaca

Truffa agli anziani, 32enne arrestato con un bottino di 100mila euro

Nella giornata di sabato, i poliziotti del Compartimento Polfer Campania, con la collaborazione dei militari dell’Esercito Italiano, impegnati nell’operazione denominata “Strade Sicure”, hanno tratto in arresto un 32enne napoletano con precedenti di polizia per il reato di ricettazione.

In particolare, i poliziotti del Compartimento Polfer Lombardia hanno segnalato alla Sala Operativa del Compartimento Polfer Campania che, a bordo di un treno partito dalla stazione di Milano, stava viaggiando un soggetto sospetto.

Infatti, quest’ultimo, al momento dell’acquisto del biglietto, aveva lasciato il proprio cellulare dinanzi allo sportello ma nel momento in cui era stato rintracciato sul treno ed informato del ritrovamento dello stesso, al personale delle Ferrovie il prevenuto aveva riferito che non era interessato a riavere il cellulare e la scheda e che potevano anche disfarsene. 

Gli addetti delle Ferrovie, insospettiti dall’insolito comportamento assunto dal viaggiatore, hanno immediatamente fatto una segnalazione alla Polizia Ferroviaria di Milano Centrale che ha informato gli operatori della Polfer di Napoli Centrale.  

Il prevenuto giunto alla stazione di Napoli Centrale è stato individuato e bloccato, con non poche difficoltà, dai poliziotti, con l’ausilio dei militari dell’Esercito Italiano e trovato in possesso di una cassetta di sicurezza in metallo contenente molti monili d’oro per un valore totale stimato di circa 100 mila euro.

Da una scrupolosa attività d’indagine, i poliziotti hanno accertato che, il contenuto trovato all’interno della cassetta, era il ricavato di una truffa effettuata nella stessa giornata ai danni di un’anziana donna, 85enne, di Lecco.

All’esito di tutta l’attività, il prevenuto è stato sottoposto a fermo di indiziato per il reato di Ricettazione e, su disposizione del P.M. di Turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso il carcere di Poggioreale a disposizione dell’A.G. per la successiva convalida della misura pre-cautelare.

ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.