AttualitàBacoliComuni FlegreiIn EvidenzaPozzuoli

POZZUOLI| La rotonda Cavani a Lucrino sarà smantellata, l’ok del sindaco Gigi Manzoni

La rotonda di Lucrino, meglio conosciuta come “rotonda Cavani”, sarà smantellata. L’ok è arrivato dal sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni, in accordo con il candidato sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano, sulla scia di un percorso avviato da tempo e che punta a migliorare la viabilità nella zona al confine tra i due comuni. 

Osteggiata da anni a causa dei disagi che crea alla circolazione, la rotonda rappresenta ormai un imbuto che paralizza gran parte del traffico in entrata e in uscita da Bacoli e Pozzuoli, soprattutto nei fine settimana e durante la stagione estiva quando, in migliaia, si riversano verso le spiagge di Baia, Miseno e Miliscola.

Traffico e ingorghi con i quali devono fare i conti anche i cittadini residenti a Monte di Procida, Torregaveta, Cappella e Fusaro che quotidianamente rimangono bloccati lungo via Miliscola, strada che precede la rotatoria.

“Ho sentito in questi giorni il sindaco di Pozzuoli Gigi Manzoni e abbiamo condiviso che uno dei primi atti che porteremo avanti insieme è l’abolizione della rotonda a Lucrino”, fa sapere il candidato sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano 

E aggiunge: “Finalmente un’azione concreta che risolverà un problema che da anni caratterizza le giornate di tanti residenti di ben tre comuni dell’area flegrea e i tanti avventori che vengono a godere delle bellezze dei nostri territori”.

Negli anni numerose sono state le petizioni e le manifestazioni da parte dei cittadini che a più riprese hanno chiesto l’abolizione della rotonda dedicata all’ex centravanti del Napoli Edinson Cavani, contestando anche le sue dimensioni eccessive che andrebbero a provocare un restringimento, oltre il dovuto, delle corsie nei due sensi di marcia.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.