AttualitàComuni FlegreiQuarto

QUARTO| “Ali per il futuro contro la povertà educativa”: progetto per bambini e famiglie

Si chiama “Ali per il futuro contro la povertà educativa” il progetto educativo in corso a Quarto, nell’area flegrea, e rivolto ai bambini a rischio di “povertà educativa” e alle loro famiglie. Il progetto, finanziato dall’Unione Europea, rientra nel Pnrr/NextGenerationEU 2022 (M5C3I3-Interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo Settore).

Dopo un periodo iniziale (maggio-giugno) di promozione sul territorio e nelle scuole (istituto comprensivo Gadda, direzione didattica, Comune di Quarto), sono ora in corso presso le sedi individuate dall’iniziativa (ogni lunedì dalle 10 alle 13 e ogni venerdì dalle 16 alle 18) laboratori e corsi di arte, grafica, giornalismo digitale, teatro, percorsi di accompagnamento per i minori rispetto alle competenze cognitive e relazionali, laboratorio sostegno scuola.

Inoltre, è stato istituito uno sportello psicologico e assistenziale per le famiglie e i minori del territorio. Il progetto, che ha una durata biennale e rientra nelle iniziative legate alla lotta alla cosiddetta “povertà educativa”, è rivolto in particolare a 180 nuclei familiari con minori a rischio sociale.

E’ stato ideato e coordinato dall’associazione di promozione sociale Agenzia Arcipelago (attiva da oltre 24 anni, è diretto dallo psicologo e psicoterapeuta Giuseppe Errico e dall’esperta degli enti non profit Angela La Torre).

Le attività sono realizzate in collaborazione con una rete di partenariato, tra cui i servizi sociali del Comune di Quarto, il secondo circolo didattico e l’istituto comprensivo 3A-Gadda, con il coinvolgimento del dipartimento di scienze mediche e traslazionali (neuropsichiatria) della Federico II (profesoressa Carmela Bravaccio).

Molte sono le realtà del terzo settore coinvolte, come soggetti attuativi (rete di partenariato): Comune di Quarto, Università degli Studi di Napoli Federico II-Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali, istituto comprensivo 3A-Gadda, direzione didattica statale secondo circolo, Aps Spazio Smile, Aps associazione Dimensione civica;

Aps istituto di psicologia e ricerche socio sanitarie, associazione culturale Visionair, associazione culturale Museo Minimo, cooperativa sociale Vento del Sud, Biennale delle arti e delle scienze del Mediterraneo, associazione scuola elementare del teatro.

Sono previste anche attività (informative, formative e divulgative) rivolte alla comunità educante, con il coinvolgimento di docenti, operatori, volontari e cittadini interessati alla tematica. “Il progetto ‘Ali per il futuro contro la povertà educativa’ – afferma Angela La Torre, presidente dell’ente capofila Agenzia Arcipelagotenta di offrire soluzioni di lungo termine riguardo il tema della povertà educativa e l’assistenza di minori e dei loro nuclei”.

“La povertà educativa crea una barriera tra le famiglie e il territorio: numerosi minori residenti a Quarto sono impossibilitati ad apprendere, sviluppare e far fiorire liberamente le capacità, i talenti e le aspirazioni, rischiando così di essere privati del diritto di crescere e di seguire i loro sogni. In parole povere, di avere un futuro”.

“La povertà minorile e la povertà educativa – aggiunte il responsabile del progetto, Giuseppe Errico hanno molti volti. Da un lato, la povertà è legata a diverse forme di disuguaglianza: per mancanza di accesso a servizi educativi e per il tempo libero, per mancanza di relazioni”.

“Tale lotta, che si svolge in ogni spazio del territorio, nelle scuole ad esempio, richiede strategie originali per affrontare queste sfide, in particolare quella contro la povertà educativa, con un nuovo modello e nuove pratiche basate sulla solidarietà e sulla collaborazione tra tutti gli stakeholder”.

Articoli Recenti

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.