Comuni FlegreiIn EvidenzaPoliticaPozzuoli

POZZUOLI| Servizi sociali, Volpe: “Mancano figure professionali”

Sono circa quaranta le figure professionali, tra operatori dell’accoglienza, assistenti sociali e figure amministrative, che svolgo servizio presso i Servizi Sociali del Comune di Pozzuoli come frutto di affidamenti all’esterno di servizi per il rafforzamento generale dei Servizi Sociali.

Dopo un’approfondita analisi il movimento Pozzuoli ORA! ha rilevato e comunicato alcune difformità rispetto ai capitolati che disciplinano i servizi affidati. La proposta arriva chiara: concorsi pubblici per la continuità del servizio e più tutele ai lavoratori. 

«Abbiamo richiesto tutti gli atti per quei servizi che in generale rafforzano i nostri uffici dei Servizi Socialiafferma il Consigliere Comunale Riccardo Volpee dopo un’attenta analisi abbiamo verificato che in alcuni di questi mancano le figure professionali da garantire e in altri non ci sono i titoli per ricoprire determinati ruoli. Questocontinua il Consigliere Volpeci spinge ad una conclusione per la quale ci battiamo da anni, quella di fare concorsi pubblici anche a tempo determinato, per individuare queste figure professionali. Servizi necessari come quelli di cui parliamoprosegue Volpenon possono reggersi su lavoro precario e poche garanzie sotto il profilo delle tutele. Allo stato attualeconclude Volpeci ritroviamo laureati assunti con una categoria inferiore rispetto a quella per la quale potrebbero concorrere in un concorso e che allo stesso tempo sono richieste dal bando di gara con il quale il comune di fatto esternalizza un servizio che non è altro che l’assunzione di personale».

Gli affidamenti, precisamente, per il Servizio Sociale Professionale, per il Segretariato Sociale e per il rafforzamento del Segretariato Sociale prevedono, infatti, sostanzialmente la messa a disposizione di  personale qualificato per le attività dell’ambito sociale territoriale per il quale Pozzuoli funge da capofila.

«L’affidamento della gestione dei servizi a soggetti privaticommenta Raffaele Postiglioneè stato un mantra degli ultimi dieci anni. In alcuni casi questo approccio ha generato una carenza di personale in determinati settori. I Servizi Sociali è uno di questi. Basti pensarecontinua Postiglioneche il nostro ente, e quindi i cittadini che necessitano di supporto, può fare contare solo su circa un terzo degli assistenti sociali che un comune come Pozzuoli dovrebbe avere in organico. I fatti diconoconclude Postiglione –  che la tendenza alle esternalizzazioni contribuisce alla destrutturazione della macchina comunale, patrimonio comune della città, ed è inutile nascondersi alimenta un sistema di assunzioni poco trasparente».

ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.