AttualitàComuni FlegreiPoliticaPozzuoliPrimo Piano

Depuratore di Licola. Bonavitacola in Consiglio comunale rassicura: “Nelle prossime ore risposte importanti al problema dei miasmi”

Già in queste ore avremo dei benefici dai lavori effettuati all’impianto di Depurazione di Cuma, per i quali la Regione ha investito 40 milioni di euro, oltre ai cento per la gestione. Da 48 ore è stata attivata una diversa linea di trasferimento dei fanghi, che andranno direttamente nei silos e da qui ai camion diretti allo smaltimento. Dunque non ci sarà più la lavorazione all’aperto dei sedimenti. Inoltre, in questi giorni entrerà in funzione il sistema di filtraggio d’aria per le vasche, in attesa di un prossimo investimento per la copertura delle stesse. Queste azioni, come dicevo, porteranno dei benefici immediati all’ambiente, dando una risposta importante alla questione dei cattivi odori“. Lo ha detto il vice-presidente della Regione Campania con delega all’Ambiente Fulvio Bonavitacola, intervenendo questa mattina alla seduta del consiglio comunale di Pozzuoli, convocata per discutere specificamente dell’impianto di depurazione di Cuma e in particolare del problema della diffusione nell’aria di miasmi maleodoranti.

Quella del vice-presidente della giunta regionale è una presenza significativa e straordinaria per l’assemblea cittadina – ha sottolineato il sindaco Vincenzo Figlioliache testimonia dell’attenzione costante che abbiamo su questo tema e sul quale non abbasseremo la guardia“.
Ora inizia la fase di monitoraggio – ha aggiunto il primo cittadino – Ci siamo già attivati per giungere in tempi brevi all’installazione delle centraline per il controllo della qualità dell’aria nella zona del Depuratore di Cuma, ma la nostra sfida riguarda in maniera più estesa la salvaguardia dell’ambiente a Licola, dove c’è l’annosa questione dei canali pluviali che scaricano di tutto sulle nostre spiagge, passando dai vari comuni dell’hinterland. Dobbiamo svolgere un ruolo pressante nei confronti della Regione Campania affinché si arrivi alla canalizzazione degli alvei nel depuratore di Cuma: questa ritengo sia la strada da seguire per giungere alla soluzione del problema“.

Alla fine della seduta, il Consiglio comunale ha votato all’unanimità un ordine del giorno che, oltre ad impegnare l’amministrazione sull’installazione delle centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria, dà mandato all’ente di predisporre l’istituzione di un “Osservatorio Ambientale per la Salute Pubblica” che garantisca la massima partecipazione dei cittadini e promuova un confronto positivo con tutti gli attori istituzionali.

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.