AttualitàComuni FlegreiPozzuoliPrimo Piano

Pozzuoli chiama, Yalta risponde: ecco il bellissimo gesto del popolo della Crimea

Si dice che nel momento del bisogno, i veri amici sono più che mai vicini. La dimostrazione di ciò è un bellissimo gesto di solidarietà e fraternità che viene da Yalta, città russa della Crimea, con la quale Pozzuoli è gemellata dal 1974. Tracce di un gemellaggio mai sopito, sono il lungomare Pertini, già “Yalta”, e la scritta “Pozzuoli” ben incastonata sul bellissimo lungomare della città di Yalta, nei pressi del monumento con i quattro punti cardinali.

La scritta “Pozzuoli” incastonata sul lungomare di Yalta

Ed oggi in piena emergenza Coronavirus, la comunità della Crimea ha voluto far sentire concretamente la propria vicinanza all’Italia. Il sindaco di Yalta, Ivan Imgrunt, ha, infatti, lanciato un ponte di cooperazione in aiuto del popolo italiano. I cittadini di Sebastopoli e di tutta la Crimea stanno raccogliendo in questi giorni aiuti umanitari da destinare alla città di Pozzuoli e alle regioni del sud Italia.

Un’iniziativa questa che ha trovato grande apprezzamento da parte del primo cittadino puteolano Vincenzo Figliolia. “L’umanità non conosce confini. Ivan Imgrunt, sindaco di Yalta, città con cui siamo gemellati, ci ha inviato un messaggio di fraternità e solidarietà. Ed ha lanciato un ponte di cooperazione in aiuto alla nostra comunità: i cittadini di Sebastiopoli e della Crimea hanno raccolto aiuti umanitari, dispositivi sanitari, da donarci – dice Figliolia. Sono commosso: oltre ogni barriera, oltre ogni confine, la fratellanza dei popoli sarà più forte di qualsiasi epidemia. Sono in attesa di sentire il sindaco Imgrunt, a cui Pozzuoli rivolge già da subito il suo ringraziamento!”.

A seguire il video appello del sindaco di Yalta al popolo italiano.

La foto di copertina con il sindaco e lo sfondo di Pozzuoli, tratta da http://crimins.eu/

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.