Area MetropolitanaCronaca

Ladri in fuga contromano in Autostrada, poi si schiantano contro un’auto: arrestato 19enne 

L’arresto di un 19enne è stato la conclusione di un pericoloso inseguimento lungo la circumvallazione esterna e poi lungo l’autostrada A1. Non un inseguimento come tanti altri ma una corsa contromano, tra i clacson degli automobilisti e manovre azzardate.

Parte tutto nel parcheggio dello store Ikea. Tre persone a bordo di un’Alfa 159 si aggirano sospetti tra le ultime auto in sosta. Un carabiniere libero dal servizio se ne accorge e si avvicina. I tre lo minacciano ma comprendono che è il caso di allontanarsi.

Capiscono anche che non sarà l’ultimo carabiniere a chiedergli conto della loro presenza in quel parcheggio e così danno gas all’auto. Il militare contatta la centrale operativa, parte l’inseguimento. I primi a intercettare l’Alfa sono i carabinieri della stazione di Arpino di Casoria.

La berlina ha imboccato contromano la circumvallazione esterna di Casoria. I carabinieri li tallonano, anche quando svoltano, ancora nel senso sbagliato, sull’Autostrada A1. Durante la corsa i tre speronano un altro veicolo ma solo la fortuna ha voluto che non ci fossero scontri disastrosi.

I tre fuggitivi abbandonano l’auto nella piazzola di sosta davanti alla sezione di polizia stradale e si affidano alle loro gambe. Attraversano di corsa l’intera carreggiata autostradale ma dall’altra parte si ritrovano una seconda pattuglia.

Il 19enne finisce in manette, gli altri due riescono a farla franca. Nella loro auto strumenti per lo scasso, sulla carrozzeria due targhe appartenenti ad un’auto rubata. Ora è in camera di sicurezza, in attesa di giudizio.

Intanto continuano le ricerche per rintracciare i complici. Per gli occupanti del veicolo speronato qualche piccola lesione e tanto spavento.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

Articoli Recenti

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.