Sport

Il Rione Terra Volley sfiora l’impresa: Napoli sbanca il pala “Errico” al tie-break

In un PalaErrico da sold-out è la Sacs Napoli ad aggiudicarsi il derby ai danni di una coraggiosa Bava Rione Terra Volley. Big match doveva essere e big match è stato: partita intensa e spettacolare con la Sacs Napoli, più lucida e solida nei momenti decisivi (proprio a cavallo tra quarto e quinto set) capace di spuntarla al tie break: 25-20, 20-25, 25-19, 21-25, 7-15. Per i flegrei che raccolgono un ottimo punto in chiave playoff, si ferma ad otto la striscia di successi consecutivi. Prossimo match, prima della sosta natalizia, il recupero in programma mercoledì con Anguillara che chiude il 2021.

Primo set, le squadre sembrano studiarsi e viaggiano a braccetto poi il primo break è della Sacs dei tanti ex (Matano, Calabrese, Giordano, Saccone) che scappano sul 5-8 con Pozzuoli costretta al time out. Al rientro il Rione Terra si scioglie dalla tensione e si accende il match: Giacobelli, monumentale sottorete, e Di Santi iniziano ad incidere e si arriva al 17-14 con l’ex bombardiere del Rione Terra, l’opposto Calabrese, contenuto egregiamente a muro. Nel finale a questi si aggrega Roberti e dopo il 19-15, dopo uno scambio strepitoso, Pozzuoli sul 25-20 si aggiudica il primo set.
Nel secondo parziale si intravede tutta l’esperienza e la solidità della formazione ospite trascinata in campo e nel morale da Ardito: la ricezione degli uomini di coach Romano inizia a vacillare e dall’altro lato il sempre verde Canzanella e l’altro ex Giordano non fanno sconti: 3-6 poi 5-11. Sponda Pozzuoli, Giacobelli è semplicemente perfetto a muro, risale fino all’11-13 e il livello di spettacolo e di intensità sale e non poco. Pozzuoli si tiene in linea di galleggiamento 16-18 poi la Sacs dopo aver piazzato un altro break (18-22) pareggia i conti sul 20-25.

Nel terzo set Pozzuoli fa vedere le cose migliori: dopo il 3-1 con il solito e solido Giacobelli versione the wall e un ispirato Fastoso (molto bene anche lui) la Bava si porta sul 10-3 poi sul 13-6. Pozzuoli è on fire e con Montò c’è il 19-11, la Sacs sbanda e sul 25-19 c’è il 2-1 Rione Terra in un PalaErrico caldissimo.
Il quarto set è quello dei rimpianti per i gialloblu con la Sacs che nel momento più importante dimostra di avere qualcosa in più soprattutto in termini di esperienza. I napoletani sono bravi a spegnere la verve dei padroni di casa: 3-5 poi 7-10 con tanti scambi prolungati.

La partita diventa un’altalena di emozioni: Giacobelli e Fastoso trascinano i compagni, il Rione Terra ricuce 9-10 ma per la Sacs Napoli è Botti, entrato dalla panchina, ad essere decisivo. Scambi senza esclusioni di colpi e qualche scaramuccia sottorete, Pozzuoli si porta sotto 13-14 ma Napoli ha la forza di costruirsi un altro break 13-17 approfittando anche di alcuni errori in fase di ricezione dei flegrei. Sale l’intensità, Pozzuoli non molla 17-20 ma è la Sacs a spuntarla in un finale infuocato: 21-25 e tutto rimandato al tie break.
Nell’ultimo set, Pozzuoli paga le fatiche dei parziali precedenti e dopo il 3-3 si rompe l’equilibrio a favore della Sacs Napoli: a farla da padrone sono sempre i centrali, al cambio campo è 5-8, i flegrei non ne hanno più e con un comodo 7-15 la Sacs sbanca il PalaErrico al termine di un match a dir poco spettacolare.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.