Area MetropolitanaCronaca

Da offerta a estorsione: i Carabinieri arrestano un clochard

Ormai era diventata una spiacevole abitudine, ma questa volta ha esagerato”. E’ ora di cena e la centrale operativa dei carabinieri riceve una richiesta di aiuto. I Carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli intervengono a piazza Museo 9. Lì c’è un locale di proprietà della parrocchia Santa Maria di Costantinopoli.

Quel posto viene dato in comodato d’uso a chi solitamente lo chiede e, in questa circostanza, ad utilizzarlo è un 42enne napoletano. L’uomo, che fa parte di un gruppo musicale, utilizza quel locale per esercitarsi ma ultimamente c’era una persona a cui doveva dar conto.

Si tratta di un 36enne clochard nord africano che bivacca da quelle parti. L’uomo, ogni qual volta vedeva il musicista arrivare, chiedeva denaro. La richiesta si trasformava velocemente in minaccia e, a volte, il 36enne si faceva dare le chiavi del portone di ingresso. Per la restituzione il 42enne era costretto a dare un’offerta a “piacere”. Ieri sera l’ultimo episodio al quale la vittima non ha voluto più sottostare. Il clochard era quanto mai violento e, anche questa volta, aveva strappato le chiavi del portone dalle mani del musicista.

Da qui la richiesta di aiuto al 112 con la gazzella dell’Arma che arriva sul posto. Il 36enne oppone immediatamente resistenza al controllo dei Carabinieri che con non poche difficoltà lo bloccano. Dopo qualche minuto vengono ritrovate anche le chiavi del locale: erano state nascoste nel bivacco di fortuna poco distante ricavato dall’arrestato. Le chiavi sono state restituite alla vittima mentre l’arrestato è in attesa di giudizio e dovrà rispondere di tentata estorsione e resistenza.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

ADV ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.