AttualitàComuni FlegreiPozzuoliPrimo PianoQuarto

Disservizi Ctp, il sindaco di Pozzuoli scrive a De Luca e Prefetto

«Devo rappresentare il più ampio disappunto, mio, dell’Amministrazione Comunale e della comunità puteolana tutta e la più ferma protesta, per la grave ed ingiustificabile situazione venutasi a determinare in occasione della tanto agognata riapertura delle scuole ed i conseguenti disagi sofferti dalla platea scolastica, in conseguenza della insufficiente, a dir poco, qualità e rispondenza del piano di “potenziamento” del trasporto pubblico locale predisposto e posto in campo da CTP spa». Una situazione che contrasta con «le reali esigenze del territorio e della utenza e ciò, in un particolare momento storico nel quale, a detto servizio, viene affidata una funzione prioritaria e imprescindibile, tra le principali misure di contrasto alla diffusione del Covid 19». E’ quanto sottolineato dal sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia in una lettera indirizzata al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e al prefetto di Napoli Marco Valentini, ai quali il primo cittadino chiede, “con ogni necessaria urgenza e ciascuno per le proprie competenze”, di farsi carico «in via straordinaria, della effettiva gestione, del coordinamento e del potenziamento del Piano di Trasporto Pubblico attualmente affidato alla CTP, da attivare immediatamente nell’ambito di questo Comune».

La presa di posizione del sindaco Figliolia fa seguito ai disservizi creati in questi giorni dall’azienda di trasporto pubblico locale, proprio in coincidenza con la riapertura delle scuole, per cui la città ha dovuto far fronte, e continua a farlo, ad una serie di disagi che, «nonostante gli sforzi profusi ed i provvedimenti adottati da questa Amministrazionecome la diversificazioni degli orari di inizio delle attività didattiche -, sostanzialmente si traduce, in assenza di un adeguato servizio, in un abnorme aumento dei veicoli in circolazione sul circuito urbano e, per l’effetto, in ricorrenti intasamenti veicolari sulle strade prossime agli istituti scolastici ed in determinate fasce orarie, in concomitanza con l’ingresso ed uscita dalle scuole».

Nella lettera, il primo cittadino di Pozzuoli ha ricordato una recente riunione in Prefettura, nella quale era stata posta al centro della discussione la imprescindibile esigenza di pervenire, sin da subito, “ad un adeguato dimensionamento del sistema di trasporto pubblico” in relazione all’incremento del numero di utenti atteso con la riapertura delle scuole e la ripresa generalizzata delle attività didattiche in presenza.

Ma, “nonostante le buone intenzioni“, questo non è avvenuto. Da qui la richiesta del sindaco a Prefetto e Presidente della Regione Campania per «la palese ed evidente incapacità della stessa Azienda e di Città Metropolitana di Napoli di congiuntamente assicurare i necessari ed indispensabili standard qualitativi ed i livelli di funzionalità del trasporto pubblico locale capaci di fare fronte alle effettive esigenze del territorio».

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.