AttualitàComuni FlegreiPozzuoliPrimo Piano

Coronavirus a Pozzuoli. Chiuse per un mese discoteche, sale da ballo e cinema

Si riportano di seguito le misure di contrasto e contenimento del Coronavirus, relative alla città di Pozzuoli e redatte sulla base delle indicazioni fornite dal governo.

Con DPCM del 4 marzo 2020 sono state decretate ulteriori misure tese al contenimento ed alla gestione dell’emergenza epidemiologica da “Coronavirus”.
Anche al fine di dare esecuzione alla nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile del 03.03.2020 che chiede ai Comuni di assicurare adeguata informazione alla popolazione, si riepilogano di seguito le disposizioni più significative del sopra richiamato provvedimento governativo.

Fino al 3 aprile 2020
– Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, ivi inclusi quelli cinematografici, teatrali, discoteche e sale da ballo, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
– sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
– resta comunque consentito, nei comuni come quello di Pozzuoli, non inclusi nella cosiddetta Zona Rossa, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico;
– le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano;
– lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
– sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Fino al 15 marzo 2020
– sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia, le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, Master e Università per anziani

E’ fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Si reitera la raccomandazione a TUTTI per il rigoroso rispetto delle seguenti misure igienico-sanitarie:
– lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
– evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona;
– igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
– mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;
– evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva;
– non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
– coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
– non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
– pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
– usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.

Si confida nella scrupolosa osservanza di quanto stabilito dal Governo e doverosamente evidenziato anche da questa Amministrazione nella convinzione che comportamenti responsabili, pur se mossi da finalità meramente precauzionali, possano risultare decisivi per il superamento della difficile situazione che stiamo vivendo.

Articoli Correlati

Back to top button
error

Clicca sull'icona per seguirci su Facebook!

Close

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.