AttualitàBacoliComuni FlegreiIn EvidenzaPozzuoli

Bradisismo, esercitazione il 25 e 26 giugno a Pozzuoli e Bacoli: ecco in cosa consiste

Tornano le esercitazioni organizzate dalla Protezione civile per il rischio bradisismo. Il prossimo 25 e 26 giugno a Pozzuoli, Bacoli e Napoli verrà simulato uno sciame sismico e in contemporanea un aumento delle deformazioni del suolo. Saranno testati anche interventi di emergenza previsti nel Piano Speditivo di emergenza per il bradisismo nell’area flegrea, tipo di scenario 3.

E’ quanto deciso ieri, presso la Prefettura di Napoli, nel corso di una riunione del Centro di Coordinamento Soccorsi, in video collegamento con il Dipartimento della Protezione Civile, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la Protezione Civile della Regione Campania e del Comune di Napoli e con i sindaci di Pozzuoli e di Bacoli.

Nel corso di tale esercitazione, del 25 e 26 giugno, sulla cui organizzazione tutti i soggetti del sistema di protezione civile continueranno a lavorare nei prossimi giorni, il Centro di Coordinamento Soccorsi, attivato in Prefettura, sarà esteso alla partecipazione delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco della Regione Campania, dei comuni interessati e di tutti gli altri soggetti coinvolti nelle attività di soccorso, per il monitoraggio continuo dell’evento e la direzione unitaria degli interventi di emergenza.

Questa importante esercitazione, che si aggiunge alle attività esercitative che si stanno conducendo da qualche mese, servirà a rendere ancora più adeguata ed incisiva la risposta degli organi di protezione civile che sono chiamati ad operare in relazione ad ogni eventuale scenario determinato dal fenomeno bradisismico.

*Pozzuoli News 24 è anche su Whatsapp. E’ sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati. 

ADV ADV ADV

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock Rilevato

Il sito si sostiene attraverso le pubblicità. Per favore, considera di disattivare l'Adblock per consentirci di continuare a fornire contenuti gratuitamente.